Dati operativi e risultati economici e patrimoniali del periodo

Dati operativiU.M.20132012VariazioneVar. %
Conferimenti a WTE kTon 292 200 92 46,0%
Conferimenti a impianto produzione CDR kTon 20  27 (7) (25,9%)
Energia Elettrica ceduta GWh 226 190 36 17,4%
Rifiuti Ingresso impianti Orvieto kTon 120 143 (23) (18,9%)
Rifiuti Recuperati/Smaltiti kTon 294 296 (2) (0,7%)
 
Risultati economici e patrimoniali (€ milioni)20132012VariazioneVar. %
Ricavi 115,4 110,2 5,3 4,8%
Costi 67,0 60,8 6,2 10,2%
Margine operativo lordo 48,4 49,3 (0,9) (1,9%)
Risultato operativo 20,2 19,0 1,1 5,9%
Dipendenti medi (n.) 212 198 14 6,9%
Investimenti 12,2 37,5 (25,3) (67,6%)
Indebitamento finanziario netto 184,6 188,9 (4,4) (2,3%)

L’Area chiude l’esercizio 2013 con un livello di EBITDA pari a € 48,4 milioni, in diminuzione rispetto al 2012 per complessivi € 0,9 milioni per l’effetto combinato dell’aumento del margine industriale registrato da tutti gli impianti gestiti dalla Società ARIA (+ € 0,7 milioni) e dal Gruppo Aquaser (+ € 0,7 milioni), che compensano solo in parte la riduzione del margine industriale registrato nel periodo da SAO (- € 2,0 milioni) attribuibile agli effetti prodotti dalle minori quantità conferite nel periodo ad un prezzo medio inferiore rispetto al medesimo periodo del 2012.

L’organico medio al 31 dicembre 2013 si attesta a 212 unità e risulta in aumento di 14 unità rispetto allo scorso esercizio principalmente per effetto del consolidamento di SAMACE a seguito dell’acquisto della società avvenuto nel mese di luglio che ha visto aumentare il numero delle risorse di 11 unità. Contribuiscono all’incremento anche ISA (+ 5 risorse) e ARIA (+ 4 risorse) mentre diminuisce SAO (- 7 risorse).

Gli investimenti dell’Area si attestano a € 12,2 milioni e si riducono, rispetto all’esercizio precedente, in conseguenza della conclusione delle attività legate al revamping dell’impianto di Terni avvenuta nel mese di dicembre dell’esercizio precedente.

L’indebitamento finanziario dell’Area si attesta a € 184,6 milioni e decresce di € 4,4 milioni rispetto alla fine dell’esercizio 2012 (ammontava € 188,9 milioni). La variazione è essenzialmente attribuibile a SAO per effetto dei maggiori incassi registrati nel corso del 2013.